Partito il progetto per le mura della Fortezza di Lucera
Memoria,  News & Eventi,  Tutela & Salvaguardia

Partito il progetto per le mura della Fortezza di Lucera

Pochi giorni fa è stato firmato il verbale di consegna dei lavori per il recupero del tratto meridionale della cinta muraria della fortezza di Lucera. L’intervento per un importo di quasi 2 milioni di euro, finanziato nel 2017, riguarda la parte sud delimitata ad est dalla Torre della Leonessa, per uno sviluppo di circa 200 metri, comprendente 5 torri quadrangolari e una rampa di accesso al percorso di ronda.

Quel tratto presenta macroscopici dissesti e, in particolare, il muro di fianco alla torre presenta ancora dei sostegni a causa dello stato di emergenza in cui versa la struttura.

Il progetto, finanziato dal Ministero della Cultura, vede come Responsabile Unico del Procedimento l’arch. Maria Franchini (del Segretariato regionale del Ministero della Cultura per la Puglia), come Progettazione Architettonica e Direzioni Lavori l’arch. Mara Carcavallo (Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bari) e come Direzione Scientifica Scavi Archeologici il dott. Italo Maria Muntoni (Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per le province di Barletta-Andria-Trani e Foggia).

Una lungo lavoro preliminare è stato intrapreso prima della consegna del progetto esecutivo. Relazioni geologiche, idreogeologiche, geomorfologiche, geotecniche, sismiche e archeologiche da parte di aziende e professionisti del settore sono confluite negli elaborati finali.

I professionisti hanno valutato lo stato dell’arte, con l’analisi stratigrafica degli elevati, scavi preliminari e tante prove che hanno permesso di formulare un progetto che permetterà il consolidamento e la successiva fruizione di quel tratto di mura, con una passerella sulla ronda e la visita interna di alcune delle torri. Il cronoprogramma prevede 368 giorni lavorativi il che vuol dire che passeranno almeno un paio di anni prima di vedere i lavori ultimati.

Il consolidamento della cinta muraria non è che l’ultimo degli interventi previsti sulla fortezza che riguardano la messa in sicurezza e rafforzamento del versante collinare, il nuovo impianto di illuminazione, il restauro e la valorizzazione del palatium svevo e la fruizione interna.

Tutti gli elaborati, di cui vi lasciamo alcune immagini, sono disponibili al seguente link.

Alessandro De Troia

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.